Eventi formativi sul Turismo, Web Marketing & Revenue
+39 081 999 177 info@wmday.it

Baby Boomers – di Sabato Colella

Durante il Web Marketing Day al Best Western Plaza, ho avuto il piacere di confrontarmi con la platea sulle loro esperienze relativamente a specifico target di clientela.

Anche se l’argomento venne trattato già a settembre su oggiturismo.com, alcuni nuovi dettagli sono emersi adurante lo speech grazie a un’entusiasmante partecipazione del pubblico e mi fa piacere riassumere con voi quanto emerso sul topic relativo ai Baby Boomers.

Come abbiamo notato a influenzare i processi di scelta l’affinità gioca un ruolo principale decisamente più importante del fattore estetico in quanto tale.

Benché  le affinità possono variare da individuo a individuo, esistono delle caratteristiche che in grosse linee sono comuni a ciascuno segmento e tra queste c’è la cosiddetta “Affinità demografica”.

FOTO DEMOGRAFICA

Con il termine “Baby Boomers”  ci si riferisce in grosse linee alla generazione dei nati nel dopoguerra (1946-1964).

Sono indubbiamente la generazione con una capacità di spesa sicuramente interessante. Si tratta prevalentemente di un mercato occidentale ma con esigenze ben specifiche.
Tra queste è emerso che:

1)Preferiscono viaggiare in gruppo caratteristica che accomuna sia i giapponesi che i statunitensi con agenzie di viaggio dedicate.

2) Non si fidano molto di internet che ritengono mercato di “imbroglioni”.

3)Cercano una figura di riferimento reale che abbia uno studio, un “corpo” con tanto di numero di telefono con cui chiamare durante il viaggio.

4)Esigono che ci sia stato un “controllo” preventivo (tuttavia questo elemento, da come è emerso al Plaza di Napoli non piace ad alcuni manager)

5)Il viaggio deve essere stato pianificato al dettaglio prevedendo da parte dell’agente anche i diversi “imprevisti”.

6)Preferirebbero un menu salutistico che prenda in considerazione limitazioni all’alimentazione  (diabete, colesterolo e pressione, controllo del peso ecc).

7)La dimensione delle camere influisce non poco sulla soddisfazione dell’ospite fattore che diventa più evidente durante l’assegnazione camere nei gruppi.

8)Apprezzerebbero poter fare attività di creazione come ad esempio corsi di massimo 2-3 di pizza, di cioccolato, o altro collegato al territorio. Apprezzatissime sono le visite alle aziende vinicole.

9) Quelli che tra di loro sono in pensione,  diventano la risposta  per ottenere occupazione in periodi morti.

Cosa devono fare gli alberghi per incrementare il segmento di Over50 nella propria struttura?

I nove punti sopracitati possono essere delle utili linee guide e a questo ricordate che entrare nelle grazie di operatori turistici e agenti di viaggio non è peccato.

Le aspettative le create VOI. La pazienza  la sobrietà  e la disponibilità  ripaga sempre.
Ma soprattutto siate onesti. Gonfiare le proprie caratteristiche con la speranza di avere più clienti non solo non ha senso, ma può ritorcersi contro.

Pensate al danno di un gruppo di persone che si lamentano con il proprio referente o la propria agenzia di viaggi qualora non avete rispettato le loro aspettative.

I Baby Boomers, Non saranno certamente Baby ma sanno bene come essere “esplosivi

baby-boomers-infographic-transamerica-center-org

Condividimi!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

NB:il Tuo indirizzo e-mail non verrà MAI pubblicato.
Commentando l'Articolo AUTORIZZI il trattamento dei dati personali ai sensi dell’Art. 13, Legge N.196/2003 e successive modifiche. Leggi l'informativa completa qui